Luciano
    Contini
La concezione didattica di L.C. si basa su un'idea di lezione nel corso della quale l'insegnante funge da catalizzatore delle varie esperienze e porta gli studenti verso una conoscenza unitaria della musica, traendo dallo studio di un singolo brano l'occasione per l'analisi delle connessioni tra i suoi diversi elementi.

Solo così, infatti, non separando l'armonia dalla melodia, dal ritmo o dalla forma, si può arrivare ad una vera comprensione del brano stesso. Cadono quindi le distinzioni tra musicologia e strumentalismo, tra teoria e pratica, tra tecnica ed espressione, tra composizione ed esecuzione: le lezioni si strutturano come un'immersione all'interno del brano musicale, del quale saranno analizzati sia i suoi rapporti interni, sia la sua collocazione all'interno dell'opera di un determinato compositore, di uno stile, di un'epoca, sino ad arrivare ad un tale grado di consapevolezza che permetterà allo studente non di 'eseguire' il brano, bensì di 'ricrearlo'.

Così facendo si condurrà l'allievo, con un insegnamento basato più sull'esempio (analisi dei brani) che non sull'utilizzazione di manuali, allo sviluppo di quella capacità critica e creativa che potrà poi farne un musicista maturo.



L'insegnamento è sempre stato uno dei punti centrali dell'attività di L.C. poiché da un lato il continuo rapporto con gli studenti porta ad una sempre maggiore consapevolezza delle proprie problematiche tecniche e musicali, dall'altro insegnare è un'attività molto coinvolgente e consona alla sua personalità.

  Questo impegno, diventato sempre più intenso nel corso degli ultimi anni, ha portato L.C. a ridurre progressivamente l'attività concertistica sino ad arrivare al punto attuale di suonare in pubblico quasi esclusivamente in progetti propri.
Questi si concentrano sulla forma del concerto-conferenza o concerto-lezione, da svolgersi principalmente all'interno di istituzioni didattiche.

L'ottenimento nel 2004 dell'abilitazione come docente universitario di prassi musicale storica e del conseguente incarico, dal marzo 2005, come professore associato alla Universität für Musik und darstellende Kunst di Vienna, segna inoltre un punto di svolta che prevede una diversa gestione del tempo e dell'attività lavorativa.
Questa attività è divisa tra due istituzioni, entrambe di Vienna: la già citata Universität für Musik und darstellende Kunst, MDW (Università di musica e spettacolo, dal 1988) e l'UniversitàMusik und Kunst Universität, MUK (Università di musica e arte, dal 1996).





©2006-2015 Luciano Contini