Luciano
    Contini
L'Università "Musik und Kunst Universität" (MUK) è la prima (e tuttora unica) istituzione austriaca che comprende al suo interno un dipartimento di musica antica nel quale vengono proposti corsi ordinari di strumento principale su strumenti originali.

All'interno di questo dipartimento L.C. ha la possibilità di realizzare in parte il suo ideale di insegnamento "integrato" in quanto tiene per i liutisti, oltre al corso di strumento principale, anche quelli di basso continuo, armonia e contrappunto ed improvvisazione.
Questi corsi non vengono però separati, bensì integrati nel corso delle ore di lezione che gli allievi svolgono settimanalmente con l'insegnante.
I brani studiati vengono così analizzati sotto diversi punti di vista coordinati tra loro, evitando così in parte la frammentazione dell'esperienza musicale in corsi complementari.
In questo modo, dall'analisi di un brano solistico si potranno trarre modelli per l'esecuzione del continuo, dall'analisi di un continuo si comprenderanno le scelte compositive fatte in un brano solistico, dallo studio del contrappunto si elaboreranno modelli improvvisativi e così via in un circolo virtuoso di sinergie.

Per L.C. il punto centrale dello studio è ben rappresentato da una frase di K. Jarrett: " Non mi piace il pianoforte. Non amo la musica per pianoforte. Amo la musica suonata al pianoforte".
In un tale contesto appare evidente che non solamente lo studio del repertorio solistico, bensì anche (e forse soprattutto) lo studio e la pratica del basso continuo rivestono nella classe di L.C. un ruolo fondamentale.

©2006-2015 Luciano Contini